Domande frequenti

INFORMAZIONI SULLA STAMPA IN 3D

La stampa in 3D è un modo per creare oggetti tridimensionali partendo da file di modelli a computer. Al momento esistono varie tipologie di stampa in 3D. Le stampanti Dremel 3D utilizzano l'FFF (fabbricazione di filamenti fusi) per l'estrusione di strati di plastica fusa posti uno sopra l'altro, fino a ottenere un oggetto finito.

La qualità di stampa dipende da vari fattori, ad esempio lo spessore dello strato e le impostazioni del software di slicing. Le stampanti Dremel estrudono filamenti in strati più sottili di un foglio di carta: da 50 a 300 micron (0,05 -0,3mm). Più sottili sono gli strati, maggiore sarà la precisione dei dettagli stampati. Anche le impostazioni del software di slicing possono incidere sulla qualità di stampa. Le impostazioni di DigiLab Slicer sono ottimizzate per le stampanti Dremel 3D.

3D20: il volume di stampa massimo è di 230mm x 150mm x 140mm.
3D40, 3D40 Flex e 3D45: il volume di stampa massimo è di 254mm x 154mm x 170mm. Più grande del 30% rispetto al modello 3D20."

Il tempo necessario per stampare un oggetto in 3D dipende dalle dimensioni e dalla complessità del file del modello; non è una scienza esatta. I file dei modelli Dremel 3D hanno dei tempi di realizzazione stimati, da tenere come riferimento.

Lo spessore degli strati degli oggetti è selezionabile. Le stampanti 3D40, 3D40 Flex e 3D45 offrono una risoluzione massima di 50 micron (0,05mm), mentre la 3D20 offre una risoluzione massima di 100 micron (0,1mm). Tutte le stampanti garantiscono una risoluzione minima di 300 micron (0,30mm). Aumentando la risoluzione si assottigliano gli strati e si ottiene quindi un risultato migliore. La risoluzione dello strato varia in base alle impostazioni:
Bassa - 0,3mm
Media - 0,2mm
Alta - 0,1mm
Ultra - 0,05mm (soltanto per i modelli 3D40 e 3D45)

Se gli oggetti restano attaccati alla piattaforma di stampa va bene, perché occorre grande aderenza alla piattaforma durante il processo di stampa. In questo modo la stabilità dell'oggetto durante la stampa è garantita. Se però la rimozione degli oggetti stampati risulta troppo complicata, è possibile che l'ugello sia troppo vicino alla piattaforma di stampa. In tal caso dovrai regolare l'altezza del primo strato dal menu delle impostazioni (Calibrazione assistita distanza ugello). Qui puoi trovare le istruzioni per la calibrazione assistita della distanza dell'ugello: Istruzioni per l'autoriparazione Se hai qualche dubbio o se la soluzione non funziona, contatta l'assistenza clienti. Per istruzioni sulla rimozione degli oggetti, consulta il manuale di istruzioni.

Esistono vari motivi per cui gli oggetti non si attaccano alla piattaforma di stampa. Innanzitutto occorre controllare che il nastro sia pulito e privo di residui e che non sia strappato o danneggiato. Controlla quindi che la piattaforma di stampa sia in piano. Questi sono i principali ostacoli all'aderenza. Se però gli oggetti stampati continuano a non aderire, è possibile che l'ugello sia troppo lontano dalla piattaforma di stampa. In tal caso dovrai regolare l'altezza del primo strato dal menu delle impostazioni (Calibrazione assistita distanza ugello). Qui puoi trovare le istruzioni per la calibrazione assistita della distanza dell'ugello: Istruzioni per l'autoriparazione Se hai qualche dubbio o se la soluzione non funziona, contatta l'assistenza clienti.

Sì. Puoi interrompere la stampa e cambiare il filamento durante la pausa. Dopo aver cambiato il filamento, puoi facilmente ricominciare a stampare.

Magari devi ottimizzare il progetto del modello. Agli angoli superiori a 45° serve un supporto esterno per evitarne il crollo. Inoltre, anche con i supporti, alcuni modelli richiedono un orientamento particolare per risultare stabili durante la stampa o uno strato aggiuntivo per aumentare l'adesione. In Digilab Slicer, fai clic su "Genera supporto" e "Adesione piano di stampa". Se il problema persiste, rivolgiti all'assistenza clienti per chiedere consiglio.

Sì, basta usare i supporti generati dall'apposito tool per lo slicing. In DigiLab Slicer, fai clic sul pulsante "General Support".

I supporti dovrebbero essere facilmente removibili e lasciare pochi segni sull'oggetto. Se però rimane qualche segno, puoi levigarlo con carta abrasiva a grana fine.

Il nastro di stampa è necessario soltanto per i modelli 3D20, 3D40 e 3D40 Flex. Il nastro di stampa nero dura fino a 50 stampe, quello blu fino a 10. Puoi pulire il nastro di stampa nero con un detergente in spray delicato, per prolungarne la durata.

Entrambi offrono la stessa qualità; la differenza principale sta nel fatto che il nastro nero è più resistente e trattiene gli oggetti più fermamente.

L'orientamento di stampa migliore in genere riduce le sporgenze orizzontali che richiedono supporti e aumenta l'area di contatto con il piano di stampa. Le posizioni non sono sempre uguali e talvolta devi fare qualche prova per trovare la posizione migliore.

Questi contorni in gergo tecnico si chiamano skirt e brim e servono a spurgare l'ugello e a prepararlo a un flusso di filamento omogeneo prima di iniziare a stampare per davvero.

Le stampanti 3D40 o 3D45 possono essere registrate per aderire il servizio Dremel Print Cloud, che permette di caricare i modelli, manipolare, tagliare o avviare una stampa e controllare la stampa fino alla fine. Se hai una stampante 3D45, la videocamera integrata ti mostrerà lo stato di avanzamento. Il cloud di stampa Dremel è accessibile al seguente link: pagina software.

CARATTERISTICHE DELLA STAMPA IN 3D

Puoi vedere una stampante Dremel 3D in azione alla seguente pagina: Istruzioni per l'autoriparazione.

"3D20: manuale di avvio rapido, filamento PLA (1 bobina da 0,5 kg), cavo USB, scheda SD con file dei modelli caricati e il software Dremel3D, un nastro di stampa, uno strumento per rimuovere l'oggetto, il manuale di istruzioni, lo strumento per rimuovere i grumi e un foglio di livellamento. 3D40: manuale di avvio rapido, filamento PLA (1 bobina da 0,5 kg), cavo USB, chiavetta USB con file dei modelli caricati e il software Digilab Slicer, nastro di stampa (2), uno strumento per rimuovere l'oggetto, il manuale di istruzioni, lo strumento per rimuovere i grumi e un foglio di livellamento. 3D40 FLEX: manuale di avvio rapido, filamento PLA (1 bobina da 0,5 kg), cavo USB, chiavetta USB con file dei modelli caricati e il software Digilab Slicer, nastro di stampa (2), uno strumento per rimuovere l'oggetto, il manuale di istruzioni, lo strumento per rimuovere i grumi e un piano di stampa flessibile.3D45: manuale di avvio rapido, filamento ECO_ABS (1 bobina da 0,5 kg), filamento PETG (1 bobina da 0,5 kg), cavo USB, chiavetta USB con file dei modelli caricati e il software Digilab Slicer, colla per il piano di stampa, uno strumento per rimuovere l'oggetto, il manuale di istruzioni, lo strumento per rimuovere i grumi e un foglio di stampa."

Le stampanti Dremel 3D e i filamenti Dremel PLA vengono venduti in punti vendita selezionati a livello nazionale e online. Cerca un rivenditore online di Digilab.

3D20: sul modello Dremel 3D20 non sono previsti sistemi di blocco o di controllo degli sportelli. 3D40 e 3D45: gli sportelli sono controllati ed entrambi devono essere chiusi per avviare la stampa in remoto da Dremel Printcloud. In tal modo gli utenti lontani dalla stampante possono avviare la stampa con la certezza che nessuno ci infili dentro la mano. Negli altri momenti, anche durante la stampa degli oggetti, l'apertura dello sportello fa scattare un avviso sullo schermo.

No, non vi è nessun pulsante di arresto di emergenza, ma in tutte le stampanti Dremel 3D l'interruttore laterale permette di bloccare immediatamente l'alimentazione della stampante.

Le stampanti 3D40 e 3D45 offrono la funzione di livellamento rapido per rilevare la posizione del piano di stampa grazie alla tecnologia del sensore. Il sistema crea un punto di riferimento sul retro della piattaforma di stampa, che trasferisce il livello ai due punti regolabili davanti. Guida poi la regolazione finché tutti i punti non raggiungono lo stesso livello.

Per vedere le differenze tra i modelli 3D20, 3D40 e 3D45, consulta la tabella comparativa sul nostro sito Web.

No, tutte le stampanti Dremel 3D (3D20, 3D40, 3D45) sono realizzate con un solo estrusore.

Puoi sciacquarli con acqua o pulirli con un panno umido.

La stampante 3D45 presenta molte funzioni in più rispetto al modello 3D40:

  • Diversi tipi di filamenti supportati. Tanto per iniziare PLA, ECO-ABS, Nylon e PETG, più avanti ne seguiranno altri.
  • Videocamera per il monitoraggio remoto della stampa
  • Rilevamento del tipo e della lunghezza del filamento
  • Piattaforma di stampa riscaldata per ridurre le deformazioni del modello
  • Ampio touchscreen e nuova interfaccia utente
  • Filtro per l'aria di scarico, antiparticolato e ai carboni attivi

La piattaforma di stampa riscaldata serve a evitare che gli oggetti si deformino. Questo vale soprattutto per materiali più tecnici, come i filamenti in nylon e ECO-ABS.

La colla fornita in dotazione a nostro avviso è il materiale più efficace e più sicuro per tutti i filamenti supportati dalla stampante 3D45. Offre un'elevata aderenza che tiene insieme gli oggetti stampati.

Rimuovila dalla stampante e sciacquala con acqua calda. La colla si scioglierà. Quando la piattaforma di stampa è pulita, lasciala asciugare completamente prima di rimetterla sulla 3D45.

La colla sul piano di stampa non va rimossa dopo ogni stampa. Puoi levigare i bordi ruvidi dopo la stampa e applicare altra colla. Può essere un metodo efficace quando si sovrappongono diversi strati. Puoi pulire in presenza di incavi profondi nello strato di colla oppure se il materiale si sovrappone in modo irregolare e il piano di stampa risulta sbilanciato.

Se noti avanzi di colla sul sensore, puoi rimuoverli delicatamente con un movimento da un lato all'altro. Non usare utensili appuntiti che rischiano di pungere lo stantuffo. Evita di toccare l'ugello dietro il sensore di livello: potrebbe essere rovente.

L'etichetta RFID consente alla stampante Digilab 3D45 di individuare il tipo di filamento caricato. Sulla base di queste informazioni, la stampante 3D45 imposta la temperatura e la velocità di stampa corrette per garantire la stampa ottimale del modello selezionato. Funziona anche se il file di stampa originale è stato adattato per un materiale diverso. Inoltre, l'etichetta RFID permette alla stampante 3D45 di tenere sotto controllo la quantità di filamento residua sulla bobina, per indicare se è sufficiente a completare la stampa.

Il software Dremel Slicing permette di stampare dalla LAN (Local Area Network) con il supporto della videocamera. Per maggiori informazioni: https://digilab.dremel.com/blog/dremel-digilab-3d-slicer-update

Nei casi in cui la colla tiene troppo, riteniamo opportuno usare lo strumento per la rimozione (raschietto) fornito in dotazione. Parti da un angolo o da un lato, poi prosegui e infilalo sotto l'oggetto fino a staccarlo.

L'adattatore serve per l'uso congiunto con un sistema di estrazione dei fumi o un condotto di ventilazione. Innanzitutto devi stampare il file dell'adattatore presente sulla stampante. Può essere realizzato in qualsiasi materiale (PLA, ECO-ABS o nylon). Se usi un sistema di estrazione dei fumi, ricordati di accenderlo ogni volta che usi la stampante.

"La stampante 3D45 sceglie le impostazioni ottimizzate per ciascun tipo di filamento. Comprendiamo tuttavia il bisogno di personalizzazione. Esistono due livelli di controllo utente delle impostazioni di stampa. 1. Dalla schermata principale premi FILAMENTO > VISUALIZZA/MODIFICA IMPOSTAZIONI FILAMENTO. Sarà quindi possibile specificare la temperatura e la velocità. Le impostazioni rimangono in memoria fintanto che la bobina è caricata.2. Dalla schermata principale premere STRUMENTI > IMPOSTAZIONI> MOD. AVANZATA. Seleziona le priorità delle impostazioni del g-code per applicare sempre le impostazioni di stampa incluse nel file di stampa. Così potrai modificare i parametri nello slicer e usarli fedelmente nella stampante."

Ci sono un filtro antiparticolato e un filtro ai carboni attivi.

Dremel consente di collegare le stampanti 3D45 a sistemi di ventilazione e di estrazione dei fumi.

ATTENZIONE: presta particolare attenzione a non danneggiare la punta dell'estrusore quando si rimuovono i residui. Dremel 3D Idea Builder non funziona correttamente se la punta dell'estrusore è danneggiata. Occorre quindi sostituirla. AVVERTENZA: non toccare la punta dell'estrusore mentre Dremel 3D Idea Builder è in funzione e prima che si sia raffreddata almeno a 60°C. Il contatto con la punta dell'estrusore mentre è in funzione o subito dopo averlo usato può causare lesioni personali. Rimuovi i residui in plastica dalla punta dell'estrusore con una pinzetta. Se i residui sono ostinati, potrebbe essere necessario riscaldare la punta dell'estrusore per ammorbidire i residui e facilitarne la rimozione.

FILAMENTO

Il filamento Dremel è fatto per offrire la massima qualità e consente un funzionamento efficace della stampante Dremel 3D. Anche la DigiLab 3D45 utilizza i dati RFID specifici salvati sulla bobina per raggiungere la temperatura corretta, la velocità e altri parametri usati per ogni tipo di filamento.

Tutti i filamenti Dremel PLA sono compatibili con tutte le stampanti Dremel. I tipi di filamento avanzati (Eco-ABS, nylon, ecc) sono compatibili soltanto con la nuova DigiLab 3D45.

Per le stampanti Dremel 3D20 e 3D40 puoi usare soltanto filamenti Dremel PLA. La DigiLab 3D45 supporta i filamenti Dremel PLA, Eco-ABS e nylon. Gli altri tipi di filamenti possono danneggiare le stampanti e invalidare la garanzia.

La durata del filamento dipende da vari fattori, come la qualità di stampa applicata, la densità di riempimento e il numero di supporti necessari. Ad esempio, ogni bobina Dremel PLA contiene almeno 175 metri di filamento, e la stampa standard della rana Dremel richiede circa 5 metri di filamento, quindi con ogni bobina si possono stampare circa 35 rane.

La corretta conservazione del filamento ne prolunga la vita utile. Il filamento va sempre conservato in ambienti freschi e asciutti, al riparo dalle variazioni di temperatura o di umidità. Conservare sempre il filamento nella busta in plastica termoretraibile fino al momento dell'utilizzo. Se il filamento viene esposto all'umidità o a temperature estreme, può diventare fragile o difficile da sciogliere.

No, Dremel ha realizzato una miscela PLA appositamente modificata che imita le proprietà dell'ABS. Per evitare rischi per la salute, non abbiamo usato filamenti ABS.

Per tutti i filamenti Dremel sono disponibili le schede di sicurezza (MSDS). Rivolgiti al reparto assistenza se vuoi richiederne una copia.

Le specifiche del materiale di tutti i filamenti sono riportate qui: pagina di prodotto dei filamenti.

Perché la confezione di essiccante che viene fornita con il filamento si è strappata. Capita spesso, e la "polvere" nella confezione altro non è che una specie di sale che tiene all'asciutto il filamento mentre viene conservato. Dopo l'apertura del filamento, si può tranquillamente gettarla in pattumiera. Il sale contenuto non va mangiato.

SOFTWARE

Informazioni generiche

3D20: Collega la stampante al computer con il cavo USB. Fai clic sul pulsante "Informazioni macchina" nel menu degli strumenti. Confronta la tua versione con quella disponibile per il download dal nostro sito.

3D40 e 3D45: collega la stampante a Internet tramite il cavo Ethernet o il WiFi. La stampante cercherà automaticamente gli aggiornamenti ad ogni accensione. Nel menu degli strumenti è disponibile anche il pulsante ""Cerca aggiornamenti"". Se il computer non è collegato a Internet, puoi controllare la versione del firmware nella schermata "Informazioni" nel menu degli strumenti e confrontarla da qui con la versione disponibile per il download sul nostro sito Web.

Prima di tutto scarica il pacchetto del firmware dal sito Web qui. Quindi, estrai il file zip su una chiavetta USB vuota. Spegni la stampante e inserisci la chiavetta USB nella porta anteriore. Riaccendi la stampante e segui le istruzioni indicate. Se questa soluzione non funzionasse, rivolgiti al servizio clienti qui.

La nuova stampante Dremel viene fornita con un software di slicing precaricato sulla chiavetta USB (3D40,3D45) e sulla scheda SD (3D20). Abbiamo aggiornato le offerte del software di slicing per ogni stampante messa in commercio. La versione più aggiornata di DigiLab 3D Slicer è disponibile qui; supporta i modelli 3D20, 3D40 e 3D45. C'è anche un altro servizio di stampa in remoto basato sul cloud compatibile con i modelli 3D40 e 3D45, che consente lo slicing, l'avvio e il monitoraggio delle stampe da remoto. Il monitoraggio remoto comprende lo stato delle stampe avviate in locale e lo stato video soltanto per la 3D45. Qui puoi accedere a Dremel Print Cloud.

La stampante Dremel 3D20 può stampare soltanto i file .g3drem, che puoi creare con il software Dremel Digilab 3D Slicer o Simplify3D. Questi programmi sono compatibili con i file .STL e .OBJ.

La stampante Dremel 3D40 può stampare i file g3drem, .gcode e .g, che puoi creare con il software Dremel Digilab 3D Slicer o Simplify3D. Questi programmi sono compatibili con i file .STL e .OBJ. La stampante Dremel 3D45 può stampare i file .g3drem, .gcode e .g. Per creare i file puoi scegliere tra i software Dremel Digilab 3D Slicer e Simplify3D, entrambi compatibili con i file .STL e .OBJ.

Dremel si è avvalsa delle conoscenze della community di stampa 3D usando elementi open source nelle stampanti e nel software di slicing. Tutte le attribuzioni sono state effettuate e il codice applicabile è a disposizione della community. Consulta il manuale per ottenere istruzioni.

Le stampanti 3D40 (ultima versione del firmware) e 3D45 accettano entrambe i seguenti formati comuni di g-code: .g3drem, .gcode e .g. I software di slicing supportati ufficialmente sono: Dremel Digilab 3D Slicer, 3D PrinterOS e Simplify 3D. Anche i codici di altri software di slicing possono risultare adatti, ma dovrai ottimizzare tu stesso le impostazioni.

Le informazioni sull'immagine sono contenute nell'intestazione del file di stampa. Alcuni software di slicing, come Print Studio, non riescono a generare le informazioni sulle immagini; altri software non presentano invece alcun problema. La presenza di un'immagine non incide in alcun modo sulla qualità di stampa.

Sì, se il programma è in grado di creare file .g3drem, .gcode o .g. I profili inclusi in Print Studio, Digilab 3D Slicer e Simplify 3D sono però ottimizzati per le stampanti Dremel 3D.

I modelli in 3D vanno salvati in formato STL o OBJ nel programma usato per la creazione dei file. Puoi salvare un software di slicing qualsiasi supportato da Dremel per convertire i file in modelli stampabili. I software di slicing supportati sono: Dremel Digilab 3D Slicer, 3DprinterOS e Simplify 3D.

Sì, puoi. La maggior parte dei software per la creazione di modelli è in grado di esportare file in formato STL, compatibile con Dremel Digilab 3D Slicer, 3DprinterOS e Simplify 3D.

Se il tuo modello è troppo grande e non puoi modificarne le dimensioni, dovrai suddividerlo in parti più piccole prima dello slicing. Per farlo, puoi usare TinkerCad e la maggior parte dei programmi in 3D.

SOFTWARE

Dremel 3D (3D20)

Se il software Dremel Digilab 3D non si collega alla stampante, prima di tutto controlla che il cavo USB sia collegato correttamente. Quindi, verifica che il driver sia installato correttamente. Controlla il sistema operativo per risolvere eventuali problemi di installazione dei driver. Per maggiori informazioni sulla risoluzione dei problemi, contatta il servizio clienti.

Il modello è indicato in rosso se è troppo grande per l'area di stampa, se non aderisce alla piattaforma di stampa o se parte del modello fuoriesce dall'area di stampa. Con le funzioni "Scala" e "Sposta" del software Dremel 3D puoi adattare il modello all'area di stampa.

Potrebbe essere per vari motivi. Ad esempio, se il file del modello è stato salvato fuori dall'area di stampa o è stato ridotto troppo. Si consiglia di usare la funzione "Sposta" per centrare il modello e "Scala" per aumentare le dimensioni del modello.

Purtroppo Dremel 3D non è in grado di riparare i modelli. La soluzione migliore è provare con Print Studio o Digilab 3D Slicer, perché entrambi possono usare modelli imperfetti.

SOFTWARE

Dremel Digilab 3D Slicer (3D40 e 3D45)

Dremel Digilab 3D Slicer è il software di Dremel per lo slicing. Si basa sul programma open source Cura, con parecchie modifiche specifiche delle stampanti Dremel. Continueremo a sviluppare 3D Slicer per migliorarne le funzionalità e la semplicità di utilizzo.

Sì, entrambe le opzioni sono possibili.

Sistemi operativi supportati:
Apple® Mac® OS® al momento non è supportato - Sarà nel primo aggiornamento di Microsoft® Windows® 7 SP1 a 64 bit (versione a 32 bit non supportata)
Microsoft Windows 8.1 a 64 bit (versione a 32 bit non supportata)
Microsoft Windows 10 a 64 bit (versione a 32 bit non supportata)
Caratteristiche di sistema minime di Windows:
CPU: processore a 64 bit (versione a 32 bit non supportata)
Memoria: 3 GB di RAM (4 GB o più consigliati)
Spazio occupato: 300 MB di spazio libero su disco per l'installazione
Grafica: chip grafico compatibile con OpenGL 2, OpenGL 4.1 per la vista 3D Layer

Ora puoi usare Digilab 3D Slicer con la 3D20.

RISOLUZIONE DEI PROBLEMI

Può darsi che il modello che vorresti stampare sia danneggiato o non supportato. Spegnila e riaccendila per provare a stampare uno dei modelli precaricati. Inoltre, controlla che il software sia aggiornato, perché nelle versioni precedenti sono stati riscontrati vari problemi con altri tipi di file.

Spesso l'estrusore non è allineato perché la bobina di filamento è aggrovigliata e impedisce all'estrusore di spostarsi verso destra. Verifica che la bobina permetta al filamento di scorrere liberamente. L'allineamento può anche essere compromesso quando qualche porzione di un oggetto diviso in parti si stacca dalla piattaforma di stampa e i pezzi staccati possono incastrarsi tra l'estrusore e le altre parti della stampa. Se il problema si ripete, rivolgiti al servizio clienti.

"3D20: se la piattaforma di stampa è diventata irregolare, rimettila in piano con lo spessore di livellamento fornito in dotazione.3D40/3D45: Prima di tutto, prova a mettere in piano la piattaforma di stampa. Se il problema persiste, dovrai regolare la distanza dell'ugello dal menu delle impostazioni (Calibrazione assistita distanza ugello). Le istruzioni sono disponibili qui: ripara da solo Se hai qualche dubbio o se la soluzione non funziona, contatta l'assistenza clienti.

In genere l'estrusore è bloccato da accumuli di residui non sciolti. Per questo motivo è importante tenere il filamento pulito quando è aperto ma non viene utilizzato. I grumi possono essere causati anche dall'eccessiva retrazione nei file di stampa, che usano una temperatura di stampa elevata con un filamento a basso punto di scioglimento, oppure da estremità che si piegano o si impigliano durante il cambio della bobina.

Puoi togliere i grumi dall'estrusore con l'apposito utensile, attenendoti alla seguente procedura: autoriparazione. Se questa soluzione non funzionasse, rivolgiti al servizio clienti.

3D20: assicurati che il tubo del filo dell'estrusore (tubo con alloggiamento in rete nera) si muova liberamente e si trovi lontano dalla piattaforma di stampa e dai binari. Se l'estrusore rimane bloccato sulla piattaforma di stampa, non può tornare alla posizione iniziale ed emette un forte rumore.3D40 e 3D45: assicurati che il filamento non sia bloccato nella bobina. Controlla inoltre che l'estrusore non sia bloccato sulla piattaforma di stampa o da un oggetto.

Il problema può essere causato da un errore di stampa dovuto alla scarsa aderenza del modello. Se una stampa non aderisce bene alla piattaforma, è possibile che l'estrusore se la trascini dietro. Se questo accade, il filamento estruso si attacca e forma un piccolo ammasso. Per evitare che succeda, la superficie di stampa deve sempre essere pianeggiante e viscosa (con un nastro di stampa o colla di buona qualità). Per rimuovere l'ammasso, preriscaldare bene l'estrusore e staccare l'ammasso con una pinzetta, facendo attenzione a non danneggiare l'ugello in ottone. Se il problema persiste, contatta il servizio clienti.

Pulisci la parte esterna della stampante Dremel 3D con un panno che non rilasci pelucchi. Rimuovi i residui visibili all'interno. Per non danneggiare la stampante Dremel 3D, evita di applicare acqua, sostanze chimiche o altri detergenti sulla stampante. Per controllare che l'ugello dell'estrusore sia privo di residui, usa delle comuni pinzette.

3D20: controlla il fascio di fili dietro l'estrusore; potrebbe essersi bloccato tra il carrello e la piattaforma di stampa, facendo slittare il nastro. 3D40: assicurati di usare l'ultima versione del firmware, perché le versioni precedenti avevano difficoltà a tornare alla posizione iniziale. Se il rumore persiste dopo che l'estrusore è tornato alla posizione iniziale, la cinghia potrebbe essere allentata. Contatta il servizio clienti se il problema si verifica regolarmente.3D45: se il rumore persiste dopo che l'estrusore è tornato alla posizione iniziale, la cinghia potrebbe essere allentata. Contatta il servizio clienti se il problema si verifica regolarmente.

Tutte le stampanti 3D si riaccendono e tornano allo stato non riscaldato dopo le interruzioni di corrente. Il progetto di stampa precedente verrà automaticamente annullato. Se la testina di stampa è ancora calda, le ventole si accendono per raffreddarla.

Non consigliamo di stampare oggetti che vengano direttamente o indirettamente a contatto con gli alimenti.

Prima ruota la bobina di circa 1/2 giro, poi riprova a caricare il filamento. La stampante lo cercherà mentre lo carichi. Controlla la barra di stato in alto: durante la ricerca del filamento, comparirà la scritta "Lettura". Al termine dell'operazione, puoi uscire dal caricamento. Se il filamento non viene comunque rilevato, puoi scegliere un tipo dalla schermata di selezione. Se il problema persiste o si verifica con diverse bobine, rivolgiti al servizio clienti.

ASSISTENZA

Per informazioni sull'assistenza, rivolgiti al servizio clienti Dremel. Visita la sezione dedicata all'assistenza per informazioni sui recapiti.

Dremel ha centri assistenza in tutto il mondo. L'indirizzo per i resi è disponibile qui.

Sì. Dremel si è impegnata a realizzare un imballo in cui fosse facile inserire ed estrarre la stampante Dremel 3D. L'imballo risulta comodo per trasportare o conservare la stampante in futuro.

DigiLab Support

Mandaci un messaggio dall'apposito modulo.

Hotline tecnica

Per ogni domanda su nostri prodotti, applicazioni e il nostro servizio post-vendita:
La linea è aperta: (Dal lun. al ven.)
09.00-12.00 / 14.00-17.00